Dino Costariol (Oderzo, 1925 - Fontanelle, 1970)

costariol-dino.jpg

[a. m.] Dino Costariol è stato medico condotto a Fontanelle dal 1955 all'anno della sua morte.
Dopo la maturità scientifica conseguita nel 1943 presso il Collegio Brandolini Rota, nel luglio 1951 si laureò in medicina e chirurgia, frequentando prima l'Università di Padova e poi l'Università di Milano. Durante gli anni universitari prestò il servizio militare, fu socio fondatore della F.U.C.I. di Oderzo e si dedicò anche allo sport, in particolare il ciclismo.
Dall'Ospedale civile di Sacile, dove iniziò subito dopo la laurea la professione medica, passò nel 1953 nel reparto di chirurgia dell'Ospedale civile di Oderzo. Vinta nel 1954 la condotta medica del comune di Cimadolmo, quando l'anno successivo risultò vincitore anche di quella di Fontanelle, optò per quest'ultima.
In riconoscimento della sua convinta attività durante la campagna di vaccinazione antipoliomelitica col nuovo vaccino Sabin, Dino Costariol fu uno dei primi medici a ricevere la medaglia d'oro del ministero della sanità. Il comune di Fontanelle figurò con la più alta percentuale di vaccinati, fin dall'inizio.
Nella seconda metà degli anni Sessanta, oltre la dedizione alla professione, fu intenso il contributo del giovane medico in vari ambiti: religioso, sanitario, solidale ed artistico. Nel 1966 il vescovo Albino Luciani lo chiamò a far parte del Consiglio pastorale diocesano; nel 1967 fu artefice - con grande capacità di persuasione - della nascita della sezione dell'A.V.I.S. comunale; nel biennio 1967-68 operò al Centro Pio X di Oderzo per la raccolta e la consegna di medicinali a favore delle missioni cattoliche; nel 1967 a Conegliano e nel 1968 a Oderzo espose in due mostre collettive il frutto della sua passione artistica - mai trascurata - di pittore e soprattutto di incisore, sempre al corrente delle nuove tendenze dell'arte moderna che sapeva giudicare con competenza.
Improvvisamente, un'operazione subita nel 1967 lo costrinse a rinunciare a metà della condotta medica, rammaricato di dover interrompere il rapporto affettivo che lo legava ai suoi assistiti. Nel 1968 conobbe un'ultima soddisfazione morale e professionale, risultando primo in graduatoria ad un concorso per condotte mediche in provincia di Imperia. La malattia lo stroncherà prematuramente il 9 agosto 1970.
Al dr. Dino Costariol è dedicata una via nella frazione di Lutrano ed è intitolata la scuola secondaria di primo grado di Fontanelle.

Giuseppina Piovesana, Personaggi importanti nelle vie e nelle piazze dell'opitergino mottense, Eureka, Gorgo al Monticano, 2001, pp. 111-112